Orto Quadro

OrtoQuadro

L'orto condiviso di AttivaMente

Orti urbani, orti collettivi, orti sociali: sfumature diverse per esprimere declinazioni di un ritrovato “fare” con le mani e con le cose che si vedono e si toccano ed in particolare con la terra. Soprattutto nelle città dove il riappropriarsi di uno spazio naturale appare un’esigenza sentita ormai da molti; lì dove la famiglia conta sempre meno ed i rapporti sociali sono sempre più labili; dove i rapporti inter-generazionali sono praticamente dimenticati; è proprio lì che la gente già da qualche anno sta attuando realtà orticole volte al coinvolgimento dei cittadini. Questo fenomeno è già notevolmente sviluppato nel centro-nord del Paese dove spesso, sono proprio i Comuni a rendere disponibili terreni di demanio comunale. Son essi stessi redattori di regolamenti e responsabili delle graduatorie di assegnazione ai cittadini richiedenti. In altri casi sono i privati che mettono a disposizione di associazioni o cooperative, piccoli appezzamenti di terreno incolto che così possono essere riqualificati e valorizzati.

Le dimensioni di questi orti sono assai varie dipendono da quanti utenti si intende coinvolgere. Solitamente ciascuno dispone dai 10 mq ai 40 mq, delimitati da vialetti, tavolati, staccionate oltre a disporre di aree comuni per il rimessaggio degli attrezzi ed eventualmente per l’allestimento di mercatini domenicali ove smaltire le eccedenze di produzione. Nella maggior parte dei casi sono ubicati nella cinta urbana o in zone limitrofe a questa proprio per favorire la fruibilità.

L’attività primaria della coltivazione orticola, al contrario di quanto potrebbe apparire a coloro che sono nuovi a queste realtà, quasi sempre non è l’unica motivazione per la quale i cittadini scelgono di impegnarsi in questa attività. Le opportunità di conoscenza e di scambio con altri appassionati, così come la possibilità di imparare, sperimentare attraverso una formazione indiretta legata allo scambio di esperienze o attraverso una formazione più strutturata come laboratori o workshop sono grandi elementi di attrattiva per i partecipanti. Anche l’opportunità di compensare la sedentarietà della vita moderna è un elemento che può coniugare l’utile con il dilettevole. Non dimentichiamo inoltre che le opportunità collaterali di svago che spesso vengono organizzate come le feste o piccole fiere agricole in occasione della raccolta di un particolare prodotto stagionale oltre che i già citati mercatini sono il condimento importante di attività già di per sé appaganti.

Spesso gli orti collettivi sono  generativi di nuove e collaterali attività strutturate come la nascita di aziende agricole, la creazione di G.A.S.; attività commerciali basate sul biologico e sulla filiera corta, etc.

Cosa è OrtoQuadro

È un orto condiviso o collettivo che nasce da un’iniziativa di un gruppo auto organizzato di aderenti al progetto AttivaMente e da quest’ultimo coordinato e che attualmente non coinvolge alcun ente pubblico.

Questa iniziativa potrà essere replicata nella stessa area cittadina o anche in altre aree limitrofe o anche lontane da essa.

Programma

  • Individuazione del luogo
  • Progettazione degli spazi
  • Allestimento aree orticole
  • Allestimento aree complementari
  • Allestimento impianto di irrigazione
  • Scrittura del regolamento
  • Raccolta delle adesioni
  • Iniziativa inaugurale
  • Avvio della attività (marzo 2017)
IN CORSO
Stato dell’attività

IN ELABORAZIONE: Stiamo procedendo con l’organizzazione.

IN PROGRAMMAZIONE: L’attività è definita ma non ancora le date degli eventi da attivare.

IN CORSO: Gli eventi sono già in corso o di prossima esecuzione.

IN ATTESA: Stato di inattività temporanea: sono possibili integrazioni di nuovi eventi o repliche dei precedenti.

CONCLUSA: Gli eventi sono stati eseguiti e non si prevedono ulteriori estensioni dell’attività.

PROGETTO DI RIFERIMENTO

L’altra via

    Ancora nessun evento
    Ancora nessun evento

referente dell’attività

AttivaMente

No votes yet.
Please wait...
Redazione AttivaMente

Author: Redazione

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pin It on Pinterest