Andar per erbe

Andar per erbe

Salute e benessere dalle erbe spontanee

Andar per erbe alla ricerca di quelle spontanee commestibili risulta essere un’esperienza di benessere a tutto tondo.
Il contatto con la natura, il piacere di riconoscere una pianta, di raccoglierla  e di preparare con essa un cibo suscitano un profonda gratitudine verso la  terra che dà senza chiedere nulla.
Luce, aria, odori, sapori suscitano sensazioni e sentimenti positivi che attenuano l’ansia e lo stress; sentimenti positivi potenziati dalla condivisione dell’esperienza con gli altri.

Le sensazioni positive sono sostenute anche dalla consapevolezza che è una pratica sostenibile per noi e per l’ambiente, perché:

  • le erbe spontanee commestibili sono una risorsa alimentare alternativa che ci aiuta a contrastare la crisi economica, contribuendo al nostro bilancio famigliare;
  • ci permette di riconoscere e rispettare, recuperandoli, i ritmi della natura e la ciclicità delle stagioni;
    ci permette di alimentarci meglio: non corriamo il rischio di ingerire prodotti antiparassitari,diversifichiamo la nostra dieta, possiamo considerarli strumenti di salute, “cibo medicina”, perché le ricerche stanno mettendo in luce la presenza di nutrienti e metaboliti secondari con attività biologiche che mostrano capacità protettive nei confronti di molte malattie;
  • ci permette di recuperare l’etnobiodiversità, quel patrimonio di tradizioni gastronomiche tradizioni, riti religiosi, ritualità conviviali, termini dialettali, credenze popolari, proverbi, filastrocche, modi di dire, poesie, feste e sagre popolari;
  • ci aiutano a contrastare il rischio di estinzione di alcune specie.

Sono ben 550 le piante erbacee spontanee presenti in Puglia che possono essere utilizzate in cucina, su un totale di 880 presenti in Italia e lo studio delle piante a scopo gastronomico è indicato con il termine di “fitoalimurgia” che deriva da tre vocaboli greci, phytón = pianta, alimos = che toglie la fame ed ergon = lavoro, attività.

Cosa facciamo

Prevediamo delle uscite in campagna per imparare a conoscere e raccogliere le piante spontanee commestibili. Scoperta di ricette tradizionali e preparazione. Metodi di conservazione.

Cosa serve

Spirito di osservazione, voglia di camminare all’aria aperta, abbigliamento idoneo a delle escursioni in campagna, zappetta leggera, coltello, sacche o cesti per la raccolta.

Quando

I periodi più indicati corrispondono alle stagioni intermedie, ossia la primavera e l’autunno.

IN PROGRAMMAZIONE
Stato dell’attività

IN ELABORAZIONE: Stiamo procedendo con l’organizzazione.

IN PROGRAMMAZIONE: L’attività è definita ma non ancora le date degli eventi da attivare.

IN CORSO: Gli eventi sono già in corso o di prossima esecuzione.

IN ATTESA: Stato di inattività temporanea: sono possibili integrazioni di nuovi eventi o repliche dei precedenti.

CONCLUSA: Gli eventi sono stati eseguiti e non si prevedono ulteriori estensioni dell’attività.

    Ancora nessun evento
    Ancora nessun evento

referente dell’attività

Maria Consolo

Membro di AttivaMente

No votes yet.
Please wait...
Redazione AttivaMente

Author: Redazione

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pin It on Pinterest