Onda, Particella… e Salute

Materia ed energia sono una manifestazione della stessa sostanza, quasi un cambiamento di stato di qualcosa che può manifestarsi sia come energia che come massa o particella: un’onda o un elettrone quindi. Immaginate energia che si congela in materia.
Molti esperimenti di Fisica lo dimostrano e dobbiamo cominciare a convivere  con questa idea apparentemente strana. L’immagine che una pianta, un animale, l’uomo stesso o un suo singolo organo e addirittura un sasso, pur conservando la propria natura materiale possa manifestare  anche caratteristiche energetiche e quindi vibratorie, è sicuramente difficile da accettare. Se un cuore o un rene sono “oggetti materiali” e li posso vedere, toccare o misurare, come posso pensare che abbiano anche una qualità impalpabile, invisibile e difficilmente misurabile tipica dell’energia? E cioè che vibrano come un onda elettromagnetica ad una particolare frequenza?

La Medicina energetica o vibrazionale cura l’uomo partendo dal presupposto che siamo fatti tanto di materia quanto di energia ed utilizza quest’ultima per agire sui complessi sistemi biocellulari degli esseri viventi per riequilibrarli quando questi vibrano a frequenze alterate. Siamo quindi avvolti da una matrice energetica o animati da una forza vitale che pervade anche il nostro spirito tanto da poterci fare sentire anche un pò più vicini a Dio?…..Sì.
Questa matrice energetica che guida la crescita, lo sviluppo e la conservazione del corpo fisico si chiama Corpo Eterico e rappresenta la controparte “sottile” (perché vibra a frequenze molto più elevate) del corpo fisico.
Ma noi occidentali abbiamo bisogno di toccare per credere, di regole scritte, formule matematiche e modelli fisici riproducibili in laboratorio. Il concetto che la materia abbia proprietà simili alla luce e che possa avere quindi caratteristiche vibratorie, per il mondo occidentale, è frutto della recente ricerca scientifica del ‘900, mentre è stato considerato come la pietra miliare della antichissima filosofia cinese, dove la realtà non è altro che energia in costante movimento e mutazione.

La svolta per noi occidentali è arrivata con Albert Einstein, la cui celebre formula matematica della relatività: E=mc2, stabilisce l’equivalenza tra massa ed energia affermando che la massa è una forma di energia e che tutte le varie forme di energia possono trasformarsi l’una nell’altra. Per esempio, nelle reazioni chimiche, quando viene liberata una certa quantità di calore, questa equivale ad una quantità di materia che è stata convertita in energia chimica.
Il genio può racchiudere in una formula matematica concetti metafisici millenari che appartengono all’umanità intera e che ci restituiscono quella dignità sociale e spirituale che abbiamo voluto perdere nell’inseguire modelli anche sociali incentrati solo su una logica materialistica di causa ed effetto.

Quelle che seguono sono considerazioni espresse da Einstein stesso, che mettono in evidenza la valenza universale di una teoria fisica concepita da una mente aperta e disponibile al cambiamento, senza sudditanze morali e scientifiche.

Da “Come io vedo il Mondo” di Albert Einstein

“Ben singolare è la situazione di noialtri mortali. Ognuno di noi è su questa terra per una breve visita; nessuno sa il perché, anche se assai spesso si crede di averlo capito. Ci si limita a considerare spesso un unico aspetto della vita quotidiana. Ma noi siamo qui per gli altri uomini; anzitutto per coloro dal cui sorriso e dal cui benessere dipende la nostra felicità, ma anche per quella moltitudine di sconosciuti alla cui sorte ci incatena un vincolo di simpatia. Ecco, questo è per me ogni giorno il mio costante pensiero: la nostra vita esteriore ed interiore dipende dal lavoro dei contemporanei e da quello dei predecessori; io devo sforzarmi di dar loro, in eguale misura, ciò che ho ricevuto e ciò che ancora ricevo”.
“Qual è il senso della nostra esistenza, quale il significato dell’esistenza di tutti gli esseri viventi in generale? Saper rispondere a questa domanda vuol dire avere sentimenti religiosi. Ma voi direte: ha comunque senso rispondere a questa domanda? Ebbene io vi rispondo: chiunque crede che la sua propria vita e quella dei suoi simili sia priva di significato è non soltanto infelice, ma appena capace di vivere.”
“La più bella sensazione è data dal lato misterioso della vita. È il sentimento intenso che sempre si trova nella culla dell’arte e della scienza pura. Chi non è più in grado di provare né stupore né sorpresa è per così dire morto; i suoi occhi sono spenti. La suggestione del misterioso, sia pur mista al timore, ha suscitato, tra l’altro, la religione.
Sapere di conoscere qualcosa di impenetrabile, conoscere le manifestazioni dell’intelletto più profondo e della bellezza più luminosa, che sono accessibili alla nostra ragione solo nelle forme più primitive, questa conoscenza e questo sentimento, ecco in cosa consiste la vera devozione. In questo senso, e soltanto in questo senso, io sono fra gli uomini più profondamente religiosi. Non posso immaginarmi un Dio che ricompensa e che punisce l’oggetto della sua creazione, un Dio che soprattutto esercita la sua volontà nello stesso modo in cui noi stessi la esercitiamo. Non voglio e non posso figurarmi un individuo che sopravviva alla sua morte corporale: quante anime deboli, per paura e per egoismo ridicolo, si nutrono di simili idee! A me basta sentire il mistero dell’eternità della vita, avere la coscienza e l’intuizione di ciò che è, lottare attivamente per afferrare una particella, anche piccolissima, dell’intelligenza che si manifesta nella natura.

ALBERT EINSTEIN ( 1879 – 1955 ): Creatore della celebre teoria della relatività. Oltre a essere uno dei più celebri fisici della storia della scienza , che mutò in maniera radicale il paradigma di interpretazione del mondo fisico, fu attivo in diversi altri ambiti, dalla filosofia alla politica. Premio Nobel per la Fisica nel 1921.  Per il suo apporto alla cultura in generale è considerato uno dei più importanti studiosi e pensatori del XX secolo.

TEORIA DELLA RELATIVITA’ : In fisica, con questa teoria, si intendono in generale le trasformazioni matematiche che devono essere applicate alle descrizioni dei fenomeni fisici nel passaggio tra due sistemi di riferimento in moto relativo tra loro, secondo il principio di relatività.

ONDA ELETTROMAGNETICA.: Un’onda elettromagnetica è un fenomeno ondulatorio dato dalla propagazione in fase del campo elettrico e del campo magnetico, oscillanti in piani tra loro ortogonali e ortogonali alla direzione di propagazione.

L’Energia che Cura

Nicola Gammarrota, biologo, ci accompagnerà in ciclo di quattro puntate, introduttivo alla “Medicina vibrazionale” con il quale potremo conoscere alcune delle sue numerose forme di cura. Potremo conoscere i loro punti di forza ed limiti per approcciarci con maggiore conoscenza e coscienza ad eventuali percorsi curativi.


Omeopatia e Floriterapia di Bach 2
Conferenzadi Redazione
21 Aprile 2017Andria

PER PARTECIPARE

Registrati al 4º incontro!

Rating: 4.5/5. From 1 vote.
Please wait...
Nicola Gammarrota

Author: Nicola Gammarrota

Lavoro come analista chimico clinico e sono anche un coltivatore. Infatti coltivo l'orto, il giardino, le amicizie, la passione per la Medicina Energetica e il cibo gustoso. Ho due figli che coltivano anche loro cose diverse ma l'appetito è identico. Abito in campagna da trent'anni e l'estate, per cambiare, passo molte giornate in un altra campagna però vicino al mare, li' coltivo ninfee e fior di loto e tutto questo mette molto appetito.

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Iscriviti alle FocusNews!

Ogni mese faremo il punto su un argomento creando uno "speciale news" apposta per te.

Ti sei appena iscritto alla newsletter di AttivaMente!

Pin It on Pinterest

Share This